Metropoli d'Asia

back

narrativa

Indrajit Hazra
Il Giardino delle Delizie Terrene

ISBN 9788896317075
Pagine 239
Euro 14,50

A Calcutta, Hirenmoy Bose – piromane e insonne patologico – vive con la sua ragazza e gestisce un phone center aperto 24 ore su 24. Fino al giorno in cui un’aggressione subita al suo centro telefonico e una serie di incendi da lui stesso appiccati alla sua casa e a varie zone attorno alla sua attività lavorativa, gli danno la libertà di “partire verso nord”, assieme ad alcuni compagni.
A Praga, Manik Basu, famoso scrittore indiano in crisi di creatività fuggito nel Paese di Kafka, è rinchiuso in una prigione dove sotto sorveglianza armata è costretto a ottemperare al contratto con il suo editore e scrivere un romanzo per il quale ha già percepito l’anticipo sui diritti d’autore. Il blocco della creatività lo assale, ma per salvarsi la vita, Basu riesce a terminare il suo romanzo intitolato Il giardino delle delizie terrene, che ha per protagonista Hirenmoy Bose e la storia che di lui stiamo leggendo.
Romanzo ricco di metafore e di riferimenti letterari (i compagni con cui Hiren fugge sono i personaggi di un romanzo dello scrittore Premendra Mitra) e artistici (il titolo del libro è anche quello di un famoso quadro di Hyeronimus Bosch) intriganti e nuovi, leggibile su più piani narrativi, da un’India nuova e d’avanguardia.

Traduzione di Gioia Guerzoni

---

ACQUISTA ONLINE

Risorse

Recensioni

Vera (luglio 2010)
Gioia
(luglio 2010)
Terra
(luglio 2010)
Internazionale
(luglio 2010)
Vero
(luglio 2010)
Internazionale
(giugno 2010)

Autore

Indrajit Hazra

Indrajit Hazra è un giovane e popolare scrittore e giornalista di New Delhi, dove scrive per l’ Hindustan Times una seguitissima rubrica domenicale intitolata “Red Harring”, “Aringa Rossa”. Ha pubblicato il suo primo romanzo, The burnt foreheads of Max Saul, nel 2000 e l’ultimo, The Bioscope Man, nel 2008. Il giardino delle delizie terrene è uscito nel 2003.